LUISA ROTA SPERTI

I miei disegni, da sempre organizzati in cicli, pur nel variare dei temi, si rincorrono molto simili. Gli elementi che li compongono, montagne, nuvole, creature si ripetono all'infinito con impercettibili variazioni, come avviene nell'arte dell'estremo Oriente. Le mie opere non percorrono un cammino in evoluzione, ma affrontano un tortuoso sentiero di ricerca interiore: il senso del vivente, il mistero della morte ... con un foglio, con delle matite ...

Luisa Rota Sperti


L'opera vive attraverso la contemplazione, nutrendosi degli sguardi che vi si posano. Al di là della sua fisica presenza spesso è l'immagine che la riproduce a testimoniarne l'esistenza, e mai, come nella contemporaneità, la presenza si rivela prevalentemente virtuale. Per il mio lavoro non è così, non lo è mai stato. Fotografi e stampatori (in questi quasi cinquanta anni) si sono confrontati nel tentativo di vendere una riproduzione dei miei disegni che si avvicinasse all'originale, senza successo. Nel trascorrere del tempo i passaggi tonali, sempre più impercettibili, hanno accentuato l'illeggibilità delle opere riprodotte. I miei disegni, così particolari, vanno dunque visti col naso sul vetro.

Una mappa di locazione di alcune opere, rappresentative dei principali cicli, vuole proporre una occasione di "visitazione" differente dalle usuali "mostre temporanee" che costellano usalmente i percorsi artistici.

Questa è l'"anticamera", nel sito biografico eventuali approfondimenti sul mio lavoro.

-> ACCEDI AL SITO BIOGRAFICO



"CAMMINA(R)TE NEI RIFUGI"

In Dolomiti il ciclo completo dell'opera "Pino la morte e il Pelmo" in 11 tavole
Nelle Grigne il ciclo completo dell'opera "Sass Cavall" in 5 tavole
Pdf - Tessere Cammina(r)te

Luisa Rota Sperti

Gemellaggio Cammina(r)te nelle Grigne - Cammina(r)te al Monte Pelmo



Ai Piani Resinelli (Lecco) al Rifugio Soldanella cinque opere da "... ai confini del cielo" (Leggende nelle Dolomiti)

- La capanna delle miosotidi
- La pittrice del monte Faloria
- Le fondamenta incantate
- La val de la Saliévyes
- Il canto fatale

Luisa Rota Sperti - Le fondamenta incantate



All'Osservatorio Alpinistico (Palazzo delle Paure) a Lecco

- "La conquista del Cerro Campana"
Grande tavola dedicata a Giuseppe "Det" Alippi

Luisa Rota Sperti



Nelle sedi C.A.I. di Milano, Bergamo, Bassano del Grappa opere dal ciclo "Dalle Cattedrali della terra ai sentieri dei cielo"

- Oswald Gabriel Haupt / Brenta
- Andrea Oggioni / Cinque Torri
- John Ball / Pelmo

Luisa Rota Sperti - Andrea Oggioni



Nella sede del C.A.I. Grigne di Mandello del Lario dal ciclo "nessun uomo è un'isola"

- Il ritratto di Riccardo Cassin

Luisa Rota Sperti - Riccardo Cassin



A Bolzano al Messner Mountain Museum di Castel Firmiano opere dal ciclo "Kailãs: Viaggiatori incantati e pellegrini"

- Fosco Maraini
- Lama Anagarika Govinda e Li Gotami
- Sven Anders Hedin
- Annie Taylor e Pontso

Luisa Rota Sperti - Fosco Maraini



Al Museo Vittorino Cazzetta di Selva di Cadore da "Intorno al Pelmo"

- Monte Pelmo parete nord

Luisa Rota Sperti - Monte Pelmo



Ad Auronzo di Cadore - Foresta di Somadida dal ciclo "... ai confini del cielo" (Leggede nelle Dolomiti)

- Donna Dindia
- La regina dei Croderes
- Le nozze di Merisana

Luisa Rota Sperti - Elba



Alla Bottega del Commercio Equo di Lecco da "Mappa-Mondo il Calendario Perpetuo"

- Padre Alex Zanotelli

Luisa Rota Sperti - Alex Zanotelli



Galleria Bellinzona di Lecco e Milano, opere in visione dai cicli

- "Sacre Meteore"
- "Vitae Patrum"
- "Il Racconto di un pellegrino russo" (Ciclo completo)



Galleria Marelia di Bergamo, opere in visione dai cicli

- "Dalle Cattedrali della terra ai sentieri del cielo"
- "... ai confini del cielo" (Leggende nelle Dolomiti)

Luisa Rota Sperti - Francis Fox Tuckett



-> ACCEDI AL SITO BIOGRAFICO

Luisa Rota Sperti è un'artista nata a Lecco. Vive e disegna a Somana, una frazione di Mandello del Lario, ai piedi delle più alte pareti delle Grigne. Il suo mezzo espressivo è la matita e le sue opere si strutturano in cicli, ricchi di rinvii interni ed esterni, alla storia, alle grandi saghe, alla mitologia.
Il suo tema principale è la montagna: l'ascesa fisica, l'ascesa spirituale. continua...

Proposte Espositive

Le Mostre: Cammino biografico tra le opere

I QUADRI: I CICLI

I libretti coi bozzetti / I Diari disegnati

Gli Stampati / Le Illustrazioni

I Filmati / Le installazioni

Contatti / Gallerie di riferimento

La mia pagina Facebook